30 novembre 2011

Il tema del doppio ne "Il ritratto di Dorian Gray"


4454160728_c39b8c12ee.jpg
Pubblicato nel 1890 in pieno decadentismo e quindi quasi un secolo dopo il successo riscosso dai romanzi gotici, anche "Il ritratto di Dorian Gray", scritto da Oscar Wilde, attinge a piene mani dal tema del doppio proponendo come protagonista della vicenda narrata un particolarissimo villain. Ecco in breve la storia.
Trama
Dorian Gray è un giovane londinese che la natura ha dotato di una bellezza tale che il pittore Hallward si offre di catturare e conservare in un ritratto. Nello studio dell'artista, durante la realizzazione del dipinto, Dorian fa la conoscenza di Lord Wotton il quale convincerà ben presto il giovane del valore della bellezza e dell'importanza di una vita votata alla sola esteriorità.


Dorian Gray rimarrà profondamente colpito dai ragionamenti del cinico amico tanto che comincerà ad invidiare il proprio ritratto e la perfezione eterna che lo contraddistinguerà. Se Dorian infatti sarà destinato ad invecchiare, ad avvinzirsi e sopportare sulle proprie spalle il peso del tempo che passa inesorabile, il quadro rimarrà invece sempre fedele a se stesso. Così, colto da uno slancio di rifiuto, il giovane si rende protagonista di un patto, verosimilmente stretto con il demonio, secondo il quale a subire il processo di invecchiamento non sarebbe più stato lui bensì il ritratto mentre a Dorian sarebbe toccato in sorte un destino di eterna giovinezza e di splendente bellezza.
-->
Sconfitto dunque il suo peggiore incubo, Dorian comincia a godere della sua nuova esistenza, tutta votata ai piaceri della vita, all'edonismo e completamente all'insegna della più assoluta amoralità mentre la tela, accuratamente tenuta nascosta, comincia il processo di trasformazione che, in perfetta sintonia con le brutture dell'animo di Dorian, assume espressioni di malvagità, smorfie di dolore, rughe di odio.
Ma il confronto con la tela, cioè con il volto del vero se stesso, sarà troppo per Dorian che sconvolto proverà a disfarsi del ritratto accoltellandolo non sapendo che a morire sarebbe stato invece proprio lui. L'istante dopo, a giacere senza vita sul pavimento ci sarà un vecchio sfigurato da un vita vuota, malvagia e amorale osservato a distanza dal ritratto di un bellissimo giovane.
5675122492_d9c4c69c25.jpg
In maniera analoga a come  ho analizzato per "Lo strano caso del Dr Jeckyll e Mr Hyde", anche in "Il ritratto di Dorian Gray", per dare corpo al tema del doppio, Oscar Wilde si affida al pretesto narrativo dello sdoppiamento fisico delle due versioni dello stesso io. Il tentativo di scindere il bene dal male, infatti, si ritrova nella netta contrapposizione tra Dorian e il proprio ritratto. Quest'ultimo, nei desiderata del protagonista, avrebbe dovuto sopportare il peso della malvagità della propria anima mentre la versione in bella copia di se stesso se ne andava a scorrazzare a piede libero per le strade della città. Ma se il dr Jeckyll sperava di poter controllare il Male e dominarlo per sconfiggerlo, l'illusione di Dorian invece - seppur spinto da motivazioni meno nobili del dottore di Stevenson - consiste nel volerlo celare a tutti costi sperando in tal modo di sbarazzarsene per sempre. Entrambi dunque sono vittime di un'illusione, entrambi sperano di avere la meglio sul Male e di sconfiggere la dualità, e sempre entrambi cadono nella rete del fallimento delle loro speranze. La parte malvagia insita nell'animo umano quindi non può semplicemente essere affibbiata ad un alter ego, ad una versione altra da noi stessi perché ne è parte integrante. Se muore Mr Hyde, infatti, muore anche Dr Jeckyll e se muore Dorian, la sua vita e la sua anima raffigurata nel dipinto, si riconciliano con lui e muoiono con lui mentre la tela, che è pura arte, può tranquillamente tornare a ritrarre una impossibile eterna bellezza.

(Foto di Steve D. Hammond - Flickr - Cc)
(Foto di Davidshort - Flickr - CC)

1 commento:

  1. Hello just wanted to give you a quick heads up. The words in your article seem to be running off the screen
    in Internet explorer. I'm not sure if this is a format issue or something to do with internet browser compatibility but I thought I'd post
    to let you know. The design look great though! Hope you get the issue fixed soon.
    Cheers

    Also visit my blog: swiss ball workout

    RispondiElimina