10 dicembre 2011

Aracne: storia della mitologica tessitrice che sfidò Atena


Originaria dell'Asia Minore, Aracne - figura leggendaria figlia della mitologia greco-romana - era una giovane donna, abile ed esperta tessitrice, dal carettere fiero e vanitoso. La sua bravura però attirò l'attenzione della dea Atena, protettrice proprio dell'arte della filatura.
L'episodio racconta che Aracne lanciò una sfida di bravura alla dea, la quale però, sotto le mentite spoglie di un'anziana, invitò la ragazza a soprassedere, a dimostrare maggiore umiltà e rinunciare, in tal modo, alla competizione. Aracne rispose con un netto rifiuto e la sfida così ebbe inizio.
Le donne si misero subito a lavoro. La dea Atena si dedicò così alla filatura di un tappeto stupefacente, incredibilmente perfetto e magnificiente raffigurante le punizioni che gli dei erano soliti infliggere ai mortali vanitosi e superbi. Aracne invece, pungente e coraggiosa, creò un tappeto in cui erano raffigurate tutte le infedeltà di Zeus. 
-->
A quel puntò l'ira di Atena esplose rabbiosa, soprattutto perchè il tappeto della giovane donna era praticamente perfetto e magnificente tanto quanto quello da lei stessa realizzato. La dea Atena così afferrò il tappeto di Aracne, lacerandolo completamente e infine le gettò addosso la spola. 
Aracne, vinta dal dispiacere, si tolse la vita impiccandosi ma la dea, ancora non paga, la tramutò in ragno condannandola a tessere per l'eternità appesa ad un filo.

(Foto di Jaci XIII - Flickr - CC)

Nessun commento:

Posta un commento