1 dicembre 2011

Fetonte, una bravata e il diluvio universale


354902118_fcff41a666.jpg
Fetonte è il più noto dei figli di Climene - figlia di Oceano - ed Elio, il dio del Sole.

La leggenda narra che al giovane, dotato di straordinaria bellezza, venne celata la vera identità del padre fino all'adolescenza. Poi, incuriosito dalla mitica figura del genitore, Fetonte decide di partire alla volta del palazzo della lucente divinità, posta nell'estremo Oriente. Lì Fetonte ed Elio ebbero modo di incontrarsi per la prima volta ma il giovane volle esprimere un desiderio al padre per spingerlo a dargli prova del suo amore.
Fetonte insomma osò chiedere ad Elio di poter guidare per un giorno il carro del sole, desiderio che il dio, dopo qualche reticenza, pensò bene di esaudire.
-->
Il ragazzo così salì a bordo del carro e una volta al galoppo nel cielo, sciolse le redini ai cavalli, perdendone completamente il controllo. Il carro così cominciò a perdere quota, poi a risollevarsi, poi a smarrire il percorso, poi a mettere in pericolo le stelle. Infine il carro scese ancora una volta, pericolosamente in basso, fino quasi ad incendiare la terra, tanto che agli uomini che vivevano sull'Equatore, diventò la pelle scura.
A quel punto, solo l'intervento di Zeus poteva essere risolutivo e il padre degli dei scagliò uno dei suoi fulmini contro il carro che ne uscì completamente distrutto. Fetonte così precipitò sull'Eridano - che alcuni mitografi identificano con il nostro Po - e le sorelle, le Eliadi, in segno di lutto, si trasformarono in pioppi e le loro lacrime, in gocce di ambra.
Secondo alcune fonti comunque l'impatto tra il carro guidato da Fetonte e la Terra si verificò davvero fino a provocare uno spaventoso incendio che solo il diluvio universale potè estinguere.

Foto di ubè Insanitè - Flickr - CC)

Nessun commento:

Posta un commento