7 dicembre 2011

Issione e l'origine dei Centauri

Issione era il re dei Lapiti, figlio di Flegia e Perimele e, secondo la tradizione, lui è il primo uomo ad essersi macchiato di un crimine di sangue nei confronti di un parente.
La sua vicenda è legata inizialmente a Ioneo (o Dioneo) al quale Issione chiese in sposa la figlia Dia promettendo in cambio una preziosissima dote. Ma il re dei Lapiti non aveva affatto buone intenzioni, infatti quando Ioneo si presentò al banchetto al quale era stato invitato per ritirare i doni, Issione - il cui obiettivo era quello di tenere i doni per sé - gli tese un'imboscata, facendo precipitare l'uomo in una fossa piena di carboni ardenti, in cui Ioneo bruciò vivo.

Dopo il fattaccio, nessuno fu disposto a concedere il perdono a Issione per il delitto commesso, tranne Zeus. Il padre dell'Olimpo infatti, in un insolito slancio di benevolenza, volle concedere ad Issione una seconda occasione invitandolo addirittura a sedersi alla sua stessa tavola. Il re dei Lapiti però dimenticò ben presto il debito di riconoscenza che lo legava a Zeus e meditò di sedurre Era, la moglie del sovrano olimpico.
-->
Zeus procedette con cautela e decise di mettere alla prova la fedeltà di Issione così gli inviò la propria moglie Era sotto le mentite spoglie di Nefele, ovvero di una nuvola con cui Issione non perse tenpo ad accoppiarsi.
L'ira di Zeus a quel punto non conobbe limiti e il padre degli dei legò Issione con dei serpenti ad una ruota di fuoco in perenne movimento, destinandolo ad un eterno rotolare negli Inferi.
Intanto Nefele da quel bizzarro amplesso generò Centauro che, una volta adulto, avrebbe molto gradito la intima compagnia di cavalle magnesie, con le quali avrebbe generato i Centauri, creature mostruose per metà uomini e cavalli dalla cinta in giù.
(Foto di Marcelino Portfolio - Flickr - Cc)

4 commenti:

  1. C'è gente che proprio non ha riconoscenza ;-)

    RispondiElimina
  2. e bravo Issione... è riuscito a scatenare l'ira di Zeus ; )

    RispondiElimina
  3. Che tipi poco raccomandabili che circolano sull'Olimpo... ;)

    RispondiElimina