14 gennaio 2012

Afrodite e Nerito: storia d'amore tra le onde del mare


Il padre di Nerito, Nereo è considerato una divinità preolimpica e dunque uno degli dei marini più antichi, precedente addirittura anche a Poseidone. Di buon carattere e di indole benevola, Nereo poteva contare sul potere della trasformazione e dell'arte divinatoria. La leggenda narra che con la sua sposa, Doride, figlia di Oceano, egli genera ben 50 figlie, note come le Nereidi, e un solo figlio maschio, Nerito, tutti e 51 caratterizzati da una straordinaria bellezza.

Tra le Nereidi più conosciute si ricorda Anfitrite che andò poi in moglie a Poseidone, Teti, la madre di Achille, e Galatea. Esse generalmente vengono raffigurate felici, intente a scorazzare tra le onde in groppa a delfini o a cavalli marini.
Quanto all'unico figlio di Nereo e Doride, Nerito, la leggenda racconta di una intensa e appassionante storia d'amore con Afrodite, nell'epoca in cui la dea della bellezza non faceva ancora parte dei regnanti dell'Olimpo. Ma quando la giovane decide di abbandonare il proprio elemento, il mare, per raggiungere il monte degli dei e governare sul mondo, fa dono a Nerito di un paio d'ali per permettere all'amato di raggiungerla nel monte sacro degli dei. Nerito però, con enorme sorpresa di Afrodite, visceralmente legato al mare e follemente innamorato della propria essenza marina, rifiuta l'amore della dea che, umiliata e terribilmente incollerita, tramuta il giovane ex amante in conchiglia.

(Foto di Mararie - Flickr - CC)
-->

2 commenti:

  1. Nerito, Nereo e le Neridi... fantasia a mille :D

    RispondiElimina
  2. ...da cui vergine nacque venere, e fea quell'isole feconde col suo primo sorriso...
    la nascita di venere dal mare... che bellezza
    monica

    RispondiElimina