10 gennaio 2012

Ero e Leandro: i due amanti sfortunati

Tutti i racconti mitologici a noi tramandati ci hanno sempre riservato storie d'amore incredibili, passioni travolgenti, amori impossibili e spesso tragici. Quest'ultimo scioglimento, ad esempio, è il finale destinato alla vicenda della coppia di innamorati formata da Ero e Leandro.
Di loro si narra che Ero era una giovane sacerdotessa di Afrodite presso Sesto, mentre Leandro era un romantico e impavido abitante di Abido, ubicata sull'altra riva dell'Ellesponto.

Il primo incontro tra Ero e Leandro avvenne in occasione di una festa organizzata in onore di Afrodite.
Tra i due giovani scoppiò subito un amore intenso e cocente ma Ero, avendo deciso di dedicare e cosacrare la propria vita alla capricciosa dea dell'Amore di cui era sacerdotessa, fu costretta a mantenere segreta la passione che la legava al giovane Leandro. I due così escogitarono un piano per riuscire ad incontrarsi clandestinamente e concedersi l'una all'altro: Leandro, infatti, con il favore di una luce posta sulla finestra dell'amata, ogni notte attraversava l'Ellesponto a nuoto, fino a raggiungere l'altra sponda in cui abitava Ero.
Ma il destino aveva in serbo per loro una brutta sorpresa. Una notte, purtroppo, la luce sulla finestra di Ero si spense. Leandro rimase in acqua, senza punti di riferimento utili e andò incontro ad una terribile morte per annegamento.  
Il giorno seguente, Ero scoprì il cadavere dell'amato e, vinta da un'insopportabile morsa di dispiacere e dolore, si tolse la vita gettandosi giù dalla torre.
Della triste vicenda, si hanno chiare menzioni nelle Georgiche di Virgilio, nell'Ars Amatoria di Ovidio e in un'opera epistolare  - l'Heroides - scritta dal poeta greco Meseò nel V secolo D.C.. Il mito di Leandro ed Ero, inoltre è anche oggetto di disparate opere pittoriche, mosaici e rilievi, tutti prevalentemente focalizzati sul momento dell'attraversamento dell'Ellesponto, con Ero generalmente ritratta in piedi o in attesa, seduta nella torre.



(Foto di Mike Licht - Flickr)
-->

6 commenti:

  1. chissà perché mi viene in mente il film titanic...
    monica c.

    RispondiElimina
  2. non la conoscevo questa triste vicenda.

    RispondiElimina
  3. Anche io l'ho scoperta da poco... ;)

    RispondiElimina
  4. ...una vita che mi tormenta :) ;) ....

    RispondiElimina