9 gennaio 2012

Urano e Gea: dal loro amore finito nasce il Tempo



5469279357_fa932b127a.jpg
Secondo  quanto riportato da Esiodo, alla base della storia delle origine del mondo va rintracciata l'unione tra Gea ed Urano, i quali ogni notte erano soliti congiungersi e procreare.
Tuttavia, Urano non riusciva a non odiare ed invidiare i frutti della loro unione tanto da costringere Gea a portarli tutti in grembo dentro di sé, per evitare di esporre la prole a quei feroci istinti paterni. Ma l'utero di Gea cominciò a diventare troppo pesante e il carico eccessivamente oneroso e doloroso.
Allo stremo delle forze, dunque, la madre terra estrasse del ferro dalle proprie viscere, ne creò una falce dentata e spiegò ai figli i dettagli del piano che aveva in mente. 
A metterlo in pratica però fu solo il più piccolo, l'ultimo generato, Crono - il Tempo - che, nel momento in cui Urano, avvolto in una soffice coperta di nuvole, si avvicinò a Gea, uscì dal proprio nascondiglio e con il rudimentale arnese creato da Gea, recise di netto i genitali al padre- fratello.
Così la madre terra venne immediatamente inondata di sangue e da quella ultima drammatica unione nacquero le Erinni, i Giganti e le ninfe dell'albero di frassino.
Infine, dallo sperma di Urano caduto in mare, si formò una schiuma e da questa nacque Afrodite, la dea dell'Amore, il cui nome significa, per l'appunto, "nata dalla spuma". 

(Foto di GarlandCannon - Flickr - CC)
-->

Nessun commento:

Posta un commento