26 marzo 2012

Questo piccolo mondo antico di Antonio Fogazzaro: trama e contesto

Primo romanzo di una tetralogia dedicata interamante alle vicende della famiglia Maironi, "Piccolo mondo antico" viene consegnato alle stampe nel 1895.

Ma se Antonio Fogazzaro negli altri 3 romanzi - "Piccolo mondo moderno" (1901), "Il santo" (1905), e "Leila" (1910) - abbraccia chiaramente una poetica più vicina al Decadentismo, con "Piccolo mondo antico"  l'autore rimane ancorato prevalentemente al passato e, in particolar modo, ai dettami della appena trascorsa epoca romantica.

Il tardoromanticismo in questo primo romanzo della tetralogia sarà infatti particolarmente evidente nel recupero e nella ricostruzione di un periodo del passato - in questo caso, quello risorgimentale, tra il 1848 e il 1859 - con tutto il patrimonio di valori, ideali e sentimentalismo tipici - accostando di fatto "Piccolo mondo antico" ai romanzi storici.

Nel complesso, si tratta di un romanzo molto equilibrato, di certo superiore agli altri tre della tetralogia, in cui è evidente una indiscussa maturità artistica che rende l'opera un piccolo capolavoro.

Trama
La vicenda punta su una particolare vicenda della vita di coppia dei coniugi Maironi. I due sposi vengono presentati sin da subito come personalità fondamentalmente opposte: sentimentale, cattolico, emotivo, idealista Franco, mentre Luisa viene tratteggiata come donna fredda, pragmatica, affatto interessata al mondo della religione, fiduciosa nella giustizia.

I due però sono costretti in qualche modo ad un confronto in seguito ad un evento assolutamente tragico, ovvero la morte della loro figlioletta Ombretta. E se da un lato Franco e Luisa sembrano prendere strade completamente diverse - lui pensa a preparare la guerra contro l'Austria mentre lei prova a stabilire un contato con la figlia defunta - dall'altro i due coniugi troveranno piano piano una strada di incontro che li porterà ad approcciarsi speranzosi al futuro.

D'altra parte, per Luisa - che si è infine convertita al cattolicesimo - è in arrvo un altro figlio, invece Franco ha modo di guardare fiducioso al prospettarsi di un nuovo capitolo per la storia della patria.
-->

3 commenti:

  1. Ho letto questo libro molto tempo fa e l'ho trovato di una pesantezza, non riuscivo proprio ad andare avanti... su dooyoo sono stata fin troppo generosa nel giudizio ;-)

    RispondiElimina
  2. Ahahah... Non ma non è neanche il mio genere. Affatto! ;)

    RispondiElimina
  3. ho adorato questo romanzo dalla prima all'ultima parola... strano che a voi non sia piaciuto...
    monica c.

    RispondiElimina