18 ottobre 2012

Zenobia: storia della regina armena

Vissuta intorno al 50 d.C., Zenobia divenne regina degli armeni in seguito alle nozze con Radamisto il quale, per ottenere il trono e per obbedire ad un ordine ricevuto, non esitò a cacciare e poi uccidere il sovrano in carica - nonché proprio zio - Mitridate, noto alleato dei romani.
Ma sorte simile toccò anche allo stesso Radamisto quando i parti lo costrinsero ad abdicare e fuggire. Egli dunque partì presto con il proprio seguito di corte portando con se anche la moglie Zenobia.
Ma la regina armena al tempo della fuga era in dolce attesa e, secondo quanto raccontato da Tacito negli Annali, proprio a causa di ciò trovava estrema difficoltà a mantenere il passo con la velocità di fuga di tutto il seguito del re suo sposo. 
Ben presto infatti il timore di Zenobia divenne quello di finire catturata dagli inseguitori e per evitare che ciò accadesse chiese a Radamisto di toglierle la vita. Il re non potè fare altro che constatare la situazione di estrema emergenza e difficoltà in cui si trovavano e così decise di accontentare la regina, accoltellandola e poi gettandone il corpo in un fiume.
Quello che Radamisto non sapeva e probabilmente non seppe mai è che la ferita inferta alla moglie non le aveva causato la morte richiesta. Zenobia infatti venne trascinata dalla acque fino ad una riva e da lì venne salvata da un gruppo di pastori.
Il racconto si conclude con una aggiunta nel testo di Tacito che vuole che la regina venne condotta presso la corte di Tiridate dove visse la propria vita trattata e coccolata come una regina.
La scena del salvataggio di Zenobia inspirò negli anni molti artisti e una delle più celebri raffigurazioni è quella riprodotta in foto firmata di Poussin.

-->

5 commenti:

  1. Uuuuh... hai capito che roba?!?!? E tu come stai? Manca molto? :-)

    RispondiElimina
  2. Sto bene, mancano gli ultimi due mesi... la bimba dovrebbe nascere poco prima di Natale se deciderà di essere puntuale! :))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stupendo, manca pochissimo allora... avete già scelto il nome? E' tutto pronto? :D

      Elimina
    2. Si chiamerà Eleonora e diciamo che è quasi tutto pronto. Dalle mie parti si dice - poi traduco - "Settimu misi, panni stisi" che vuol dire che già al settimo mese si dovrebbe avere tutto il bucato e il corredino per la nascita bello pronto, stirato e riposto con cura in valigia!
      Io sono un pochino in ritardo rispetto a queste tempistiche ma mi sto rimettendo in carreggiata! :)

      Elimina
    3. Bellissimo nome :-) Ma si dai, hai ancora tempo... io ho comprato tutto poco alla volta dopo la nascita, sono nate piccolissime e mi sono trovata con tutine troppo grandi ;-)

      Elimina