30 novembre 2018

Ogni volta che sono solo con te: trama e recensione del romanzo di Amabile Giusti


Ogni volta che sono solo con te di [Giusti, Amabile]Avvocato calabrese ormai completamente dedita alla scrittura, Amabile Giusti è l'autrice del romanzo "Ogni volta che sono solo con te".
In testa alle classifiche di vendita dei best sellers di Amazon, questo lavoro spicca tra le prime cinque posizioni aggiudicandosi un posto privilegiato accanto al podio dei titoli più apprezzati dai lettori. E a ragione.
"Ogni volta che sono solo con te" è una storia d'amore contemporanea e particolare con due protagonisti tutti da scoprire. 

Lui è Harrison Duke, un ex scrittore di romanzi di successo ed ex marito di una diva di Hollywood che, in seguito al catastrofico flop del suo ultimo lavoro, alla chiacchieratissima fine del matrimonio con la splendida Regina e a uno scivolone verso una esistenza fatta di eccessi e abbandono, decide di cambiare completamente vita, andandosi a rintanare tra le montagne del Wyoming, in una baita spartana, isolata e miliardi di miglia lontana dalla caotica New York. Carattere da lupo, Harrison ha tagliato i ponti con tutto e tutti e soprattutto con il genere femminile. Il suo vissuto ne ha fatto un uomo selvaggio, intrattabile ed irascibile, cinico e diffidente portandolo a volersi circondare solo da animali.
Lei invece è Leonora Tucker, giornalista sempre più apprezzata che si porta dietro un'infanzia e un'adolescenza tristi e pesanti segnate dal disamore da parte dei ricchissimi genitori che non le hanno mai risparmiato commenti, vergogna e cattiverie a causa di un aspetto fisico non proprio perfetto, così inadatto alle serate organizzate con la gente che conta e costante motivo di imbarazzo per una famiglia così in vista. Determinata e combattiva, Leonora non si è mai lasciata abbattere, trovando spesso la forza nei romanzi di uno scrittore tanto famoso quanto poco intimamente compreso: Harrison Duke. 
La vita concede loro l'occasione per incontrarsi grazie a un piccolo equivoco. Dopo varie insistenze da parte del proprio agente, lo scorbutico Harrison Duke accetta di concedere un'intervista a un giornalista, pare, particolarmente meritevole: tale Leo Tucker. Peccato che Leo sia il diminutivo di Leonora! Un vero guaio per chi ha deciso di non avere più niente a che fare con il genere femminile.
Harrison e Leo, costretti ad una convivenza forzata per delle sfortunate vicende, promettono scintille. A suon di litigi, scenate, imprecazioni e scontri la vita di entrambi è destinata a cambiare per sempre.
"Ogni volta che sono solo con te" è un romanzo fresco e veloce, che si legge in un soffio. Amabile Giusti è riuscita ancora una volta a fare centro, a creare due personaggi scoppiettanti e interessanti per cui sorge un'immediata empatia. Tra Leo e Harrison l'alchimia e l'attrazione sono vive e palpabili, le battute simpatiche e divertenti e i momenti di dialogo irresistibili.
Se si ha voglia di una lettura giovane, fresca, contemporanea e scorrevole, "Ogni volta che sono solo con te" è la scelta ideale.


Nessun commento:

Posta un commento